Scozia. Centinaia di impronte di Sauropodi scoperte nell’ Isola di Skye

Sauropodi lagune

Dinosauri sull’ Isola di Skye. Credit: Jon Hoad

Isola di Skye

Isola di Skye

Gli scienziati dell’ Università di Edimburgo hanno scoperto centinaia di impronte di grossi dinosauri erbivori nella Duntulm Formation nell’ Isola di Skye (Scozia), attualmente il più esteso sito fossilifero di Dinosauri in Scozia.

La scoperta ha permesso di conoscere che grossi Sauropodi frequentavano, in una Scozia ben più calda di quella di oggi, le lagune del Giurassico medio (oltre 161 milioni di anni fa), epoca fondamentale per l’ evoluzione dei Dinosauri e di cui non sempre si sono trovate adeguate testimonianze.

Le numerose piste di impronte sono depositate in più strati del sistema lagunare, che forse offriva riparo dai predatori e offriva fonti di cibo.
Le prime ricerche portano a credere che queste impronte furono lasciate da una primitiva specie non-neosauropode che conservava un grosso artiglio sul primo dito; indicando così che questi fossero ancora presenti nel Giurassico medio.
L’ articolo è stato pubblicato ed è consultabile sul sito dello Scottish Journal of Geology.

Andrea Melluso

©Dinosauri.altervista.org

Impronte

Impronte

 

I commenti sono chiusi.